Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete



Si avvicina il giorno in cui Microsoft svelerà al mondo «la prossima generazione di Windows» (secondo le parole del suo CEO, Satya Nadella) e gli indizi che puntano al lancio di Windows 11 si fanno sempre più consistenti.


Anzi, a questo punto si può persino parlare di prove. Ora sono infatti apparsi in Rete addirittura degli screenshot di quella che dovrebbe essere la prossima versione del sistema operativo, e tra di essi ce n'è uno che porta in bella vista la dicitura Windows 11 Pro. Li riportiamo in fondo all'articolo.


Ormai è prassi che, quando l'annuncio di un prodotto atteso si fa vicino, casualmente delle immagini o degli screenshot "sfuggano" nel web: poiché capita praticamente sempre, ormai quasi più nessuno crede che si tratti di una fatalità. D'altra parte, questa tutto sommato innocua attività di marketing - posto che la veridicità delle immagini sia confermata - è utile a farsi un'idea di quel che sta per arrivare.


Nel caso di Windows 11, gli screenshot sono apparsi sul sito cinese Baidu e mostrano ciò che probabilmente più interessa agli utenti (ed è più semplice svelare): i cambiamenti all'interfaccia. La maggior parte delle persone poco si interessa, infatti, alle novità apportate "sotto al cofano", mentre guarda con interesse ogni alterazione estetica.


Dalle immagini si notano quindi innanzitutto le modifiche che riguardano la barra delle applicazioni: ora le icone sono allineate al centro (un po' come in macOS) e il menu Start è stato semplificato e riorganizzato, privandolo delle live tiles, come in effetti si vocifera che Microsoft volesse fare da un po'.


A quanto è dato vedere, il menu Start di Windows 11 include le app che l'utente ha aggiunto personalmente (con la funzione pin) e le scorciatoie per spegnere e riavviare il Pc, oltre a una selezione di applicazioni raccomandate.


In sostanza, sembra che in Windows 11 confluiscano tutte quelle modifiche che sarebbero dovute essere parte di Windows 10X, la versione di Windows 10 espressamente dedicata ai dispositivi come tablet e Surface Neo poi cancellata.


Siti come The Verge si sono già espressi a favore della veridicità delle immagini. Per la conferma definitiva, non serve far altro che aspettare il prossimo 24 giugno, anche se nei pochi giorni che mancano a quella data è possibile che altre indiscrezioni arrivino "accidentalmente" nel web.




5 visualizzazioni0 commenti