Piattaforme per le videoconferenze: Le più usate dagli smart workers



Con l’avvento dello smart working, le piattaforme per le videoconferenze sono diventate lo strumento protagonista di ogni giornata lavorativa.


Le videoconferenze rappresentano una fonte preziosa per collegarsi con colleghi o clienti e non possiamo più farne a meno.


Per supportare al meglio l’attività lavorativa di chi è in smart working, le piattaforme devono garantire una comunicazione fluida e immediata. Per non ostacolare la fruizione dei contenuti.


Sul mercato ormai si sono diffuse diverse piattaforme per videoconferenze che stanno arricchendo il loro servizio con nuove funzionalità.


Le peculiarità sono la praticità, la semplicità di utilizzo e la possibilità di integrarle con altri software o tool aziendali. Garantendo una comunicazione efficace e istantanea.


Ma vediamo le 4 piattaforme per le videoconferenze più usate dagli smart worker e le caratteristiche che le contraddistinguono.


Google Meet


È la piattaforma per videoconferenze prodotta da Google integrabile con tutti i servizi Google come e-mail e calendario.


Nato proprio per soddisfare le esigenze organizzative dell’azienda, è stato diffuso come servizio commerciale nel 2017 ma è stato reso gratuito per tutti gli utenti nell’aprile 2020.


È possibile accendere da web o con app IOS / Android e permette anche a utenti non registrati di partecipare tramite link. La versione free ammette un solo host e consente l’acceso a 100 utenti. Mentre per le aziende che scelgono Google Workspace offre funzionalità premium molto articolate.


Per chi è adatto? Alle piccole-medie aziende per svolgere meeting con un limitato numero di partecipanti (anche in versione free) e per chi utilizza tutte le funzioni di Google Workspace per sincronizzare i dati.


Zoom


Questa piattaforma per videoconferenze nasce nel 2011 dalla società Zoom Video Communcation che offre un software intuitivo e facile da usare. È utilizzabile sia da smartphone che da desktop e propone molteplici offerte per soddisfare diverse esigenze delle aziende.


È presente una versione gratuita che consente l’utilizzo di funzioni di base come la condivisione di file e un tempo limitato di 40 minuti per la videoconferenza.


I pacchetti a pagamento si distinguono per la vasta gamma di funzionalità scalabili dell’offerta.


I partecipanti possono collaborare condividendo lo schermo e mostrando materiali a supporto, registrare o scrivere nella chat.


È anche possibile creare dei webinar con fino a 10.000 utenti in modalità view-only.


Una novità in casa Zoom è Immersive View. Una nuova funzione che permette all’host di un meeting di sovrapporre le sagome dei partecipanti a uno sfondo personalizzato, come se tutti si trovassero all’interno di una sala riunioni. L’obiettivo è creare maggiore vicinanza tra i partecipanti, quasi come in una riunione dal vivo.


Perché sceglierlo? È una piattaforma per videoconferenze facile da usare, ha una grafica user friendly e può accogliere un elevato numero di utenti collegati.


Microsoft Teams


Teams è l’hub per la collaborazione di Microsoft 365, che integra diversi strumenti e funzionalità, incluse le videoconferenze.


È una piattaforma completa che permette di gestire gruppi di lavoro, videochiamate, meeting, chat con fino a 10.000 utenti, accedendo da app o dal web.


Permette anche di condividere file di ogni genere all’interno dei gruppi di lavoro: video, pdf, presentazioni ed è possibile gestirli o modificarli congiuntamente tra più utenti.


Dispone anche di alcuni tool aggiuntivi per le videoconferenze, che la contraddistinguono rispetto alle altre piattaforme quali sottotitoli istantanei della conversazione e registrazione della chiamata.


Punti di forza? La gestione condivisa con i partecipanti e l’elevato numero di utenti che possono collegarsi contemporaneamente. La piattaforma, inoltre, si integra perfettamente con la suite Microsoft 365: è quindi molto vantaggiosa per le aziende che adottano le soluzioni Microsoft.


Cisco Webex Meetings


Cisco Webex Meetings è il sistema elaborato da Cisco, accessibile dal web o tramite app, per supportare video call ma anche eventi online.


È una piattaforma per videconferenze molto amata dalle grandi aziende grazie alla qualità del servizio che offre.


Presenta un elevata risoluzione del video, permette di condividere presentazioni e file multimediali e anche di registrare la call per revisionarla in seguito.


Vantaggi? Facilità di utilizzo e possibilità di integrazione con altre app e tool.



Le piattaforme per le videoconferenze si stanno sviluppando e offrono servizi per videoconferenze sempre più personalizzati ed efficienti per supportare la comunicazione e abbattere le barriere della distanza.


La digitalizzazione è un passo imprescindibile da compiere.


Scegliere la soluzione migliore e individuare la piattaforma più indicata, è il primo step per comunicare i valori aziendali, le strategie e gestire tutta la comunicazione dell’azienda.

3 visualizzazioni0 commenti