Google Workspace diventa gratuito per tutti

Non serve più un account aziendale per accedere agli strumenti di collaborazione.



Fino a ieri, chiunque avesse un account Google poteva usare liberamente tutta una serie di web application per sostituire o affiancare i software da ufficio: elaboratore di testi, foglio di calcolo, software per le presentazioni offrivano gratuitamente molte funzioni basilari.


In aggiunta a questi c'era l'offerta per le aziende: l'insieme di quei programmi e altri servizi costituiva la G Suite - poi ribattezzata Google Workspace - e, a fronte di un canone periodico, offriva funzionalità avanzate, come gli strumenti di collaborazione.


Ora questa divisione sta per scomparire. Google ha infatti intenzione di rendere accessibile a tutti Workspace, senza limiti e senza pagare: anche chi dispone di un account gratuito potrò utilizzare le applicazioni e avere a disposizione il livello di integrazione tra esse prima appannaggio esclusivo di chi aveva un account aziendale.


Svaniscono quindi tutte le opzioni a pagamento? Non ancora. Google ha in cantiere un'offerta definita premium, il cui canone ancora non è stato specificato, che includerà servizi di prenotazione, videoconferenze di livello professionale e altro: sarà disponibile nel corso dell'anno in Stati Uniti, Canada, Messico, Australia, Brasile e Giappone.


Chi volesse utilizzare le funzionalità di Workspace dovrà abbandonare il servizio di messaggistica Hangout e adottare il più recente Google Chat, anch'esso finora disponibile solo agli utenti paganti. Una volta che Google Chat sarà stato abilitato, saranno visibili alcune modifiche all'interfaccia.


Al momento in cui scriviamo, Workspace non è ancora disponibile nella nuova versione gratuita in tutto il mondo, ma la modifica dovrebbe raggiungere a breve tutti gli utenti.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti