Dyson svela i robot domestici del futuro

Entro il 2030 saranno nelle case, eliminando la necessità di eseguire personalmente i lavori domestici.



Dyson è un'azienda che oggi deve la propria fama alla gamma di elettrodomestici che produce e in particolare agli aspirapolvere e che, quando considera il futuro, ha piani decisamente ambiziosi.


Ha infatti svelato tutta una serie di robot - per ora allo stadio di prototipi - coi quali intende popolare le case, eliminando per sempre la necessità di dedicarsi alle faccende domestiche che si potranno invece appaltare completamente a degli automi dotati di ampie capacità decisionali ed estrema precisione.


Organizzata per coincidere con la International Conference on Robotics and Automation di Philadelphia, la rivelazione ha un duplice scopo: mostrare gli obiettivi per raggiungere i quali si sta concentrando Dyson e invogliare quanti sono interessati a lavorare nel settore a candidarsi per ottenere un posto nell'azienda.


Dyson è infatti n cerca di 250 esperti di robotica, e conta di assumerne altri 700 nei prossimi cinque anni.


Secondo The Guardian, che tra i primi ha riportato la notizia, i robot-domestici di Dyson potrebbero essere in vendita già nel 2030: ciò significa che nei prossimi 8 anni si dovranno compiere dei grandi passi in avanti per passare da robot che si trovano a proprio agio nelle fabbriche, dove sono largamente impiegati, a robot dotati della delicatezza necessaria per poter operare all'interno delle abitazioni.


Le immagini mostrate dall'azienda britannica mostrano infatti robot capaci di passare l'aspirapolvere sul divano, di raccogliere i giocattoli abbandonati per casa dai bambini, di lavare i piatti e riporli nello scolapiatti: tutte operazioni per le quali i robot attuali proprio non sembrano ancora perfettamente adeguati.



«Si tratta di una "grande scommessa" sulla tecnologia robotica del futuro che condurrà la ricerca in tutta Dyson» - ha spiegato Jake Dyson, dirigente e figlio del fondatore sir James Dyson - «in aree come l'ingegneria meccanica, i sistemi per la visione, l'apprendimento automatico e l'immagazzinamento dell'energia».

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti