Apple sta preparando l'iPhone pieghevole per il 2023

Sarà un successo e renderà più difficile distinguere tra smartphone, tablet e laptop.



Poco più di due anni: è questo il lasso di tempo che ci separerebbe dall'arrivo sul mercato del primo iPhone pieghevole, che l'analista Ming-Chi Kuo prevede per l'ultima parte del 2023.


Indicando una per lui probabile data, Kuo non si limita a immaginare: sostiene che i sondaggi del settore consentano di prevedere con una certa sicurezza non soltanto che il periodo di lancio sarà quello, ma anche quali saranno alcune caratteristiche.


Per esempio, Apple ritiene che lo schermo dell'iPhone pieghevole avrà una diagonale lunga 8 pollici e offrirà una risoluzione QHD+; il display sarà fornito da SDC, mentre i chip che lo controlleranno da Samsung; il supporto al tocco sarà invece fornito da TPK, che offre una soluzione basata su nanofili di argento.


Non è tutto qui: Kuo si spinge a prevedere che l'iPhone pieghevole sarà un successo, arrivano a vendere tra i 15 e i 20 milioni di esemplari nel solo 2023.


Per chi ha familiarità con i volumi di vendita degli iPhone attuali, quest'ultima affermazione può suonare stonata: questi viaggiano infatti sui 90 milioni di esemplari venduti ogni anno.


C'è da dire però che, nonostante l'effetto wow che li accompagna, gli smartphone pieghevoli attualmente sul mercato non sono poi un successo strepitoso: le vendite annuali si assestano sui 2,8 milioni di esemplari venduti annualmente.


Stando così le cose, si capisce come 15 o 20 milioni di iPhone pieghevoli venduti in un anno (anzi, dato che la presentazione avviene alla fine dell'estate, nell'ultimo trimestre dell'anno) sono una cifra davvero considerevole.


Kuo sostiene che ciò avverrà poiché l'iPhone pieghevole cambierà per sempre la percezione degli smartphone di questo tipo, spesso ritenuti inaffidabili (specie dopo il fiasco iniziale del Galaxy Fold di Samsung) e, tutto sommato inutili: l'ecosistema di app, le soluzioni tecnologiche scelte e l'"effetto Apple" produrranno grande attesa per il prodotto e spingeranno le vendite.


Non solo: a quel punto, come già capitato per il primo iPhone, gli altri produttori inizieranno a voler fornire copie più o meno conformi, e il mercato dei telefonini flessibili decollerà.


Gli iPhone pieghevoli, infine, renderanno sempre più labile la linea di demarcazione tra smartphone, tablet e laptop, grazie alla potenza dei chip M1 (o, più precisamente, dei loro successori che ci saranno nel 2023).

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti